Contatti

Lettori fissi

giovedì 7 dicembre 2017

Cantine del Notaio

A Natale i vini sono tra i regali più popolari sotto l'albero. Non importa se il vino viene distribuito nella cerchia della famiglia, agli amici, ai colleghi di lavoro oppure ai partners commerciali. Un sorriso spunterà sicuramente sulla faccia di chi ha avuto il piacere di riceverlo. La grande domanda: quale vino regalare per Natale? Io mi sento sempre di raccomandarvi  la combinazione vino più dolce da abbinare! Questa raccomandazione è quella che vi farebbe certamente anche Cantine del Notaio 


Penso che il fatto di non avere mai sentito parlare delle Cantine del Notaio sia un fatto più che positivo. Quando ho letto la email in cui mi si era stata accordata una collaborazione con loro, ho fatto una piccola ricerca sul marchio. Situato nel comune di Maschito questa azienda nasce nel 1998, quando Gerardo Giuratrabocchetti, laureato in Scienze Agrarie, raccoglie, con la moglie Marcella, la sfida di valorizzare l'Aglianico del Vulture coltivato nelle proprie vigne, unendo tradizione, innovazione, storia e cultura del territorio. Con il professor Luigi Moio, ordinario di Enologia presso l'università degli Studi di Napoli Federico II , si approfondisce la ricerca sulle potenzialità enologiche di questo vitigno, il più importante del Sud d'Italia, austero e generoso al tempo stesso e capace di regalare vini straordinari. L'azienda produce incredibilmente 6 8 litri di vini ogni anno. La loro attuale gamma comprende una collezione di 13 vini rinomati. 




Quindi cari amici vi starete domandando  in cosa è consistito questo "testing"?! Le Cantine del Notaio mi ha inviato una confezione di vino denominato  Il Rogito in cambio di una recensione onesta e sincera. Abbastanza bella questa cosa, non trovate? Bella ma io ... ehm ... provo a bere più velocemente possibile questa bottiglia di vino (non posso più dunque invitarvi a bere un bicchierino in mia compagnia). Il mio fegato credo abbia detto di no, per spirito di autoconservazione. Dunque in pochi giorni abbiamo bevuto tutta la bottiglia di Il Rogito e, considerando che il suddetto prodotto, è di un'annata targata 2015, l'abbiamo gradito veramente tanto. Dalla loro gamma popolare, questo rosè e' descritto con le seguenti parole che riporto integralmente... " Che l’Aglianico fosse anticamente apprezzato anche nella versione “più scarica” vi è più di una testimonianza.  Andrea Bacci, nella Storia Naturale dei Vini (1596), parla, infatti, a proposito dell’Aglianico anche di “… uve che non sono così nere … e di un succo di consistenza mediana.”. Anche Lancerio (storico e geografo del XVI secolo, bottigliere di Papa Paolo III Farnese, attento degustatore), sempre a proposito dell’Aglianico scrive “… Tali vini sono anco carichi di colore, e ne sono delli discarichi molto migliori e più pastosi … Di tali vini  S.S. bevevo  molto volentieri e dicevali bevanda delli vecchi, rispetto alla pienezza”.  
L’Aglianico è, dunque, un vitigno eclettico che ben si presta a diverse lavorazioni.  Il rosato di Aglianico è una chiave di lettura diversa di questo importante vitigno e si presenta come un vino estremamente interessante e particolare per la sua spiccata personalità". 


Sembra divertente! Sembra qualcosa che possa essere consumato fresco e molto rapidamente. Sono stata  un pò incuriosita ed un pò "terrorizzata" da questo vino. Potrei veramente consumarlo, le prossime volte, in tempi ancora più ridotti.  Per concludere questa bella collaborazione , ringraziando l'azienda per la fiducia, voglio comunicarvi quanto segue: Le Cantine Socie del movimento turismo del vino vi aspettano il giorno 9 e 10 dicembre 2017  in Basilicata e vi accogneranno come amici riservando, proprio a voi dei momenti indimenticabili. Ecco qui raffigurata in basso la locandina degli appuntamenti fissati in occasione delle festività natalizie! Restate sempre connessi con il mio Blog, importanti novità seguiranno questo post!   

Contatti:
telefono 0972 723689
email info@cantinedelnotaio.it
indirizzo Via Roma 159 - 85028 Rionero del Vulture (PZ)
Tour su prenotazione:
- dal lunedi al sabato dalle 900 alle 1300 e dalle 1700 alle 2000
- la domenica su prenotazione 

Posta un commento
l/body